La rinascita o sopravvivenza dello statalismo

Un interessantissimo ed oltremodo opportuno articolo di Francesco Gavazzi – Ma Parigi è un modello? – suggerisce che siamo, purtroppo, ancora una volta sulla strada dell’ ambiguità, in totale controcorrente in rapporto a ciò che avviene oggi altrove nel mondo. In Europa, infatti, nonostante le disastrate esperienze stataliste, si continua ancora a credere all’ efficienza del potere pubblico che, secondo i preconcetti e le preferenze di una certa classe politica, è giusto condizionare l’ economia e guidare le tendenze, sostituendo le naturali preferenze del pubblico, rinnovando dunque la fiducia agli eterni deleteri interventi politici, contro il naturale sviluppo dettato dall’ ordine spontaneo del mercato. In altre parole, dopo aver vissuto gli effetti negativi del condizionamento politico nell’ economia mondiale e nella sua produzione, ci si ostina a seguire un obsoleto modello che il tempo stesso ha condannato. Malgrado ciò, si insiste ancora con cieco accanimento a credere al modello maldestro ed equivoco preconizzato dalla confutata dottrina di Keynes. (continua…)