Liberalismo Whig

visto da Tullio Pascoli

Archivi categorie Recensioni

I FONDI NERI DEL PCI

L’ORO DI MOSCA di Gianni Cervetti (Recensione)

Una Storia scritta a Metà

Questa lettura di poco più di 200 pagine, è davvero un interessantissimo documento in cui l’importante membro del Partito Comunista Italiano – Gianni Cervetti – incaricato all’amministrazione dal nuovo segretario del PCI,  Enrico Berlinguer, viene delegato a promuovere un certo distacco dal collettivismo sovietico e di rinunciare alle sue sovvenzioni. Qui egli ci spiega parzialmente come i nostri comunisti per molti anni dipendevano dai sussidi sovietici con i quali si finanziavano i loro giornali e riviste: l’UNITÀ, PAESE SERA, L’ORA, RINASCITA, ma non solo, anche attività culturali come il cinema, l’apertura di nuove sedi in giro per l’Italia e così via.

(continua…)

OMBRE E LUCI

BARBARI – L’ALBA DEL NUOVO MONDO di Peter S. Wells (Recensione)

Un’altra Versione della Storia

A scuola ci hanno allenati a pensare che il Medio Evo è stato il fatale arresto della civiltà occidentale o per lo meno dello sviluppo e del progresso dell’Europa; tuttavia, analizzando concretamente i fatti, scopriamo che quei secoli, in fondo, non sono poi stati così decadenti come abbiamo appreso da una certa versione della storia.

Ebbene, questo breve compendio, un po’ fuori dalla retorica, può non essere un capolavoro, né un brillante trattato di storia; ciononostante, ci insegna qualcosa in evidente controcorrente con le lezioni che ci sono state impartite nelle nostre scuole. Infatti, seguendo i nostri tradizionali insegnamenti di storia, abbiamo imparato come l’Europa, con il declino di Roma, sarebbe entrata in un vero vicolo cieco, caratterizzando quel periodo come quello dei Secoli Bui. (continua…)

DISEQUILIBRI VIRTUOSI

MOVER di Michele Silenzi (Recensione)

Il Progresso che nasce dai conflitti

Questo è un saggio di 200 pagine di ricche considerazioni che tutti coloro che credono alla validità dell’individualismo e sono convinti relativisti – come me -, apprezzeranno immensamente. Infatti, in questa straordinaria lettura Michele Silenzi dipinge un quadro della nostra moderna realtà, in cui, nei dodici brevi capitoli di osservazioni oltremodo acute, espone l’effetto e l’utilità dei disequilibri e degli stessi conflitti come proficue fonti del combustibile che alimenta la fertile azione umana.

Egli elabora interessanti congetture e focalizza come l’individuo si comporta e si muove nel tempo e nello spazio di cui dispone, adeguandosi continuamente agli inevitabili cambiamenti che vive e che egli subisce ed a seguito dei quali, egli stesso, in maniera diretta ed attiva, con il suo specifico apporto, contribuisce pure lui a generare nuove ulteriori mutazioni che, a suo tempo, interagiscono e si succedono, condizionando simultaneamente le giornate di tutti gli umani coinvolti.

(continua…)

VALORIZZARE IL MERITO

MERITOCRAZIA di Roger Abravanel (Recensione)

Nepotismo, Militanza, Corporativismo

Opera davvero molto interessante ed utile, frutto di una profonda conoscenza dell’assunto e di una mentalità aperta e cosmopolita, maturata in anni di attività in giro per il mondo.

Analisi rigorosa ed attenta che spiega molto bene molti aspetti della nostra identità e di certe nostre negative tradizioni. L’autore mette a nudo, l’inclinazione italiana ad ignorare il merito per premiare la militanza, il corporativismo e favorendo il nepotismo. Espone la nostra tendenza a preferire il ricorso alle solite raccomandazioni, di autorità, politici, parenti ed amici, piuttosto di premiare la competenza. (continua…)

PATTI SATANICI

IL PATTO COL DIAVOLO (The Pope and Mussolini) - di David I. Kertzer (Recensione)

La Storia incompiuta.

Lettura eccezionale. Avendo letto la versione portoghese, con la traduzione originale del titolo - IL PAPA E MUSSOLINI (edizione italiana IL PATTO COL DIAVOLO) - con le 119 pagine di note a fine testo, ho penato un po’ perché rendono la lettura piuttosto faticosa, ma in compensazione mostrano una  vastissima quanto convincente documentazione che in anni di meticoloso lavoro l’autore ha dovuto consultare.

Il titolo italiano, tuttavia mi pare piuttosto ambiguo è un po’  fuorviante; ma visto che la finalità era di ricorrere ad un titolo di effetto, con – forse l’equivoca – intenzione di insinuare e focalizzare le gravi colpe dei protagonisti, fra tutti gli oscuri intrighi, inganni, scandali sessuali ed i diversi disagiati confronti e scontri, mi chiedo se non era più adeguato un titolo  come “Patti Satanici“, perché alla fine, a mio avviso, i personaggi principali del compendio, con serie responsabilità sono da contemplare al plurale più esteso. (continua…)

DEMOCRAZIE VERSO COMUNITÀ

OLTRE LA DEMOCRAZIA di Frank Karsten e Karel Becker (Recensione)

Democrazie sotto Accusa!

Se c’è chi ormai da tempo si chiede se il modello democratico che da molti anni ormai domina la scena politica di buona parte del mondo richieda una più seria e rigorosa valutazione, una lettura oltremodo pedagogica che posso caldamente consigliare e che fin dalle prime pagine, in modo molto convincente, riesce ad esporre per non dire demolire fin dall’inizio quel concetto – mito – che ci siamo formati della Democrazia, è proprio questa. (continua…)

INTERPRETARE E SAPERE

LA MENTE E LE MENTI di Daniel C. Dennett (Recensione)

I limiti della nostra comprensione

Lettura molto utile ed interessante con la quale l’autore ci insegna come sia limitata la nostra capacità cognitiva e soprattutto che non abbiamo acesso alla conoscenza oltre i limiti delle nostre percezioni.

Siamo soggetti ai limiti della comprensione del  nostro mondo, dell’immaginazione in continua mutazione che ci facciamo della realtà sotto la guida del sistema di concepire. Dall’esterno riceviamo in continuazione impulsi e segnali di ogni genere che agiscono non solo sulla nostra mente, ma anche sui nostri diversi organi, anche in maniera involontaria, spontanea ed automatica. (continua…)

CERTEZZE E ALEATORIETÀ

IL CIGNO NERO di Nassim Nicholas Taleb (Recensione)

Chi vuole esser lieto, sia,
di doman non c’è certezza
CANZONA DI BACCO – Lorenzo il Magnifico

Ho avuto la grata soddisfazione di leggere le 400 pagine di questa eccellente lettura tutte d’un fiato. A tutti coloro che piuttosto di farsi guidare dalle certezze, sanno  che è molto più vantaggioso e raccomandabile dare credito ai dubbi, consiglio questo oltremodo utile saggio.

Disamina che spiega come la natura, l’esistenza in generale, la nostra vita in particolare ed il mondo stesso, sono soggetti a mutazioni e condizionati dalla logica del Cigno Nero – metafora di Giovenale che si riferisce a ciò che non esiste – ma che, invece, ci si rivela quando meno si possa attendere. Infatti, gli eventi – quelli che trasformano le condizioni ed i destini umani – giungono all’improvviso e demoliscono paradigmi consolidati nei secoli e perfino nei millenni, introducendone di nuovi, costituendo vere rivoluzioni: dall’invenzione della ruota fino allo strepitoso successo della rete WEB; tutte novità  che non sono mai state intenzionalmente progettate da specialisti, né se ne prevedeva le funzioni alla quali sarebbero poi state applicate.

LA CONVERSIONE

TRA SARTRE E CAMUS di Mario Vargas Llosa (Recensione)

Lettura interessante perché traccia il percorso di un autore – oggi Premio Nobel per la Letteratura – che da giovane ha simpatizzato con le tesi di Sartre. Con il tempo, tuttavia, ha voltato pagina, trasformandosi in una delle principali figure del Liberalismo Sudamericano. (continua…)

LA FALLACIA POPULISTA

Pubblicato pure su www.pensalibero.it

ECONOMICS IN ONE LESSON - L’economia di una Lezione - di Henry Hazlitt (Recensione)


Dalle Buone Intenzioni alle Conseguenze Dubbie.


Il nostro Paese, pur avendo avuto, in passato, governi di modesta ispirazione liberale, così definiti almeno in termini nominali, e pur avendo avuto pensatori di convinzione liberale come per esempio Benedetto Croce, ahimè, non solo ha perso la memoria e la cognizione di ciò che costituisca il Liberalismo, ma lo considera addirittura un’ideologia obsoleta ed in modo del tutto equivoco, perfino reazionaria.

Eppure, fra i nomi di prestigio nell’ambito del nostro pensiero delle Libertà individuali ed economiche, abbiamo avuto una figura che è più nota in tutto il mondo dove si contemplino le tradizioni liberali, all’infuori dei nostri confini che nel suo stesso Paese di nascita. Infatti, senza considerare figure politiche liberali quali l’ex presidente della Repubblica Luigi Einaudi e Luigi Sturzo -, fondatore del Partito Popolare che ha poi dato origine alla Democrazia Cristiana -, questo prestigioso liberale che è stato Bruno Leoni, in Italia, è praticamente sconosciuto salvo da chi si interessi attivamente agli ideali delle Libertà. Autore di numerosi saggi, il più famoso dei quali, frequentemente citato all’estero, è FREEDOM AND THE LAW, scritto nel 1961, è stato tradotto in italiano con il titolo LA  LIBERTÀ E LA LEGGE solo nel 1995. (continua…)

Categorie

Ultimi

Ultimi Commentari





    >>> AUTORI LIBERALI (le loro Opere)



    ADM