Liberalismo Whig

visto da Tullio Pascoli

Archivi categorie Recensioni

PATTI SATANICI

IL PATTO COL DIAVOLO (The Pope and Mussolini) - di David I. Kertzer (Recensione)

La Storia incompiuta.

Lettura eccezionale. Avendo letto la versione portoghese, con la traduzione originale del titolo - IL PAPA E MUSSOLINI (edizione italiana IL PATTO COL DIAVOLO) - con le 119 pagine di note a fine testo, ho penato un po’ perché rendono la lettura piuttosto faticosa, ma in compensazione mostrano una  vastissima quanto convincente documentazione che in anni di meticoloso lavoro l’autore ha dovuto consultare.

Il titolo italiano, tuttavia mi pare piuttosto ambiguo è un po’  fuorviante; ma visto che la finalità era di ricorrere ad un titolo di effetto, con – forse l’equivoca – intenzione di insinuare e focalizzare le gravi colpe dei protagonisti, fra tutti gli oscuri intrighi, inganni, scandali sessuali ed i diversi disagiati confronti e scontri, mi chiedo se non era più adeguato un titolo  come “Patti Satanici“, perché alla fine, a mio avviso, i personaggi principali del compendio, con serie responsabilità sono da contemplare al plurale più esteso. (continua…)

DEMOCRAZIE VERSO COMUNITÀ

OLTRE LA DEMOCRAZIA di Frank Karsten e Karel Becker (Recensione)

Democrazie sotto Accusa!

Se c’è chi ormai da tempo si chiede se il modello democratico che da molti anni ormai domina la scena politica di buona parte del mondo richieda una più seria e rigorosa valutazione, una lettura oltremodo pedagogica che posso caldamente consigliare e che fin dalle prime pagine, in modo molto convincente, riesce ad esporre per non dire demolire fin dall’inizio quel concetto – mito – che ci siamo formati della Democrazia, è proprio questa. (continua…)

INTERPRETARE E SAPERE

LA MENTE E LE MENTI di Daniel C. Dennett (Recensione)

I limiti della nostra comprensione

Lettura molto utile ed interessante con la quale l’autore ci insegna come sia limitata la nostra capacità cognitiva e soprattutto che non abbiamo acesso alla conoscenza oltre i limiti delle nostre percezioni.

Siamo soggetti ai limiti della comprensione del  nostro mondo, dell’immaginazione in continua mutazione che ci facciamo della realtà sotto la guida del sistema di concepire. Dall’esterno riceviamo in continuazione impulsi e segnali di ogni genere che agiscono non solo sulla nostra mente, ma anche sui nostri diversi organi, anche in maniera involontaria, spontanea ed automatica. (continua…)

CERTEZZE E ALEATORIETÀ

IL CIGNO NERO di Nassim Nicholas Taleb (Recensione)

Chi vuole esser lieto, sia,
di doman non c’è certezza
CANZONA DI BACCO – Lorenzo il Magnifico

Ho avuto la grata soddisfazione di leggere le 400 pagine di questa eccellente lettura tutte d’un fiato. A tutti coloro che piuttosto di farsi guidare dalle certezze, sanno  che è molto più vantaggioso e raccomandabile dare credito ai dubbi, consiglio questo oltremodo utile saggio.

Disamina che spiega come la natura, l’esistenza in generale, la nostra vita in particolare ed il mondo stesso, sono soggetti a mutazioni e condizionati dalla logica del Cigno Nero – metafora di Giovenale che si riferisce a ciò che non esiste – ma che, invece, ci si rivela quando meno si possa attendere. Infatti, gli eventi – quelli che trasformano le condizioni ed i destini umani – giungono all’improvviso e demoliscono paradigmi consolidati nei secoli e perfino nei millenni, introducendone di nuovi, costituendo vere rivoluzioni: dall’invenzione della ruota fino allo strepitoso successo della rete WEB; tutte novità  che non sono mai state intenzionalmente progettate da specialisti, né se ne prevedeva le funzioni alla quali sarebbero poi state applicate.

LA CONVERSIONE

TRA SARTRE E CAMUS di Mario Vargas Llosa (Recensione)

Lettura interessante perché traccia il percorso di un autore – oggi Premio Nobel per la Letteratura – che da giovane ha simpatizzato con le tesi di Sartre. Con il tempo, tuttavia, ha voltato pagina, trasformandosi in una delle principali figure del Liberalismo Sudamericano. (continua…)

LA FALLACIA POPULISTA

Pubblicato pure su www.pensalibero.it

ECONOMICS IN ONE LESSON - L’economia di una Lezione - di Henry Hazlitt (Recensione)


Dalle Buone Intenzioni alle Conseguenze Dubbie.


Il nostro Paese, pur avendo avuto, in passato, governi di modesta ispirazione liberale, così definiti almeno in termini nominali, e pur avendo avuto pensatori di convinzione liberale come per esempio Benedetto Croce, ahimè, non solo ha perso la memoria e la cognizione di ciò che costituisca il Liberalismo, ma lo considera addirittura un’ideologia obsoleta ed in modo del tutto equivoco, perfino reazionaria.

Eppure, fra i nomi di prestigio nell’ambito del nostro pensiero delle Libertà individuali ed economiche, abbiamo avuto una figura che è più nota in tutto il mondo dove si contemplino le tradizioni liberali, all’infuori dei nostri confini che nel suo stesso Paese di nascita. Infatti, senza considerare figure politiche liberali quali l’ex presidente della Repubblica Luigi Einaudi e Luigi Sturzo -, fondatore del Partito Popolare che ha poi dato origine alla Democrazia Cristiana -, questo prestigioso liberale che è stato Bruno Leoni, in Italia, è praticamente sconosciuto salvo da chi si interessi attivamente agli ideali delle Libertà. Autore di numerosi saggi, il più famoso dei quali, frequentemente citato all’estero, è FREEDOM AND THE LAW, scritto nel 1961, è stato tradotto in italiano con il titolo LA  LIBERTÀ E LA LEGGE solo nel 1995. (continua…)

IL DRAMMA DI CUBA

Pubblicato pure su www.pensalibero.it

JOURNEY INTO THE HEART OF CUBA (Viaggio nel Cuore di Cuba) di Carlos Alberto Montaner (Recensione)

Si potrebbe pensare che il tema del Comunismo sia stato ormai sufficientemente dibattuto; che il Marxismo, nemmeno tanto nella sua teoria, bensì quello messo alla prova sperimentale empirica sia stato ormai in modo definitivo ampiamente confutato in maniera conclusiva. Conseguentemente, lo si potrebbe considerare un capitolo, chiuso e definitivamente esaurito in modo risolutivo, essendo stato condannato dagli stessi tragici risultati che ne sono emersi. Invece, ahimè, non è affatto così e non solo perché ci sono ancora regimi come quello di Cuba e della Corea del Nord che, pur a stento e con i giorni contati, sopravvivono ancora, ma proprio perché ci sono ancora tanti nostalgici, sia di natura ingenua, come di conio fanatico indottrinato che ostinatamente insistono a voler rilanciare la stessa illusoria chimera di quella deleteria ideologia teorica fallita, indifferenti a ciò che dall’oltremodo delirante esperienza abbiamo appreso e costata, secondo alcuni, la bellezza – si fa per dire – di un centinaio di milioni di vittime perite per volontà crudeli tiranni privi di scrupoli. (continua…)

IL RIFUGIO-TRAPPOLA

Pubblicato pure su www.pensalibero.it

HOTEL LUX di Ruth von Mayenburg (Recensione)

Cronaca Stalinista: Militanza, Spionaggio e Paura

Questa è una lettura utile per stimolare un po’ la memoria o per risvegliare quella di chi, o l’ha persa o fa finta di aver dimenticato il passato; è un reperto che rievoca un po’ quello che è stato uno dei periodi storici più oscuri dell’ultimo secolo. Un documento che si riferisce ad un luogo dove Stalin manteneva riuniti i suoi cosiddetti Agit-Prop internazionali; un punto d’incontro talmente emblematico che allo stesso noto corrispondente dall’Est, Enzo Bettiza, ha ispirato addirittura una copiosa opera romanzata, appunto, dal titolo HOTEL LUX – I FANTASMI DI MOSCA. (continua…)

CUBA: LUTTO O SPERANZA?

LA VIE CACHEE DE FIDEL CASTRO (La Vita Segreta di Fidel Castro) di Juan Reinaldo Sánchez (Recensione)

Angoscia o Sollievo di un Popolo Represso.

Trascorso un po’ di tempo dal funerale del presunto eroe della Rivoluzione Cubana,  per decantare gli spiriti a favore e contrari, a mente fredda, con le testate dei giornali ormai, dedicate ad altri argomenti come i massacri nelle carceri brasiliane, la morte del più longevo dittatore al mondo, Fidel Castro, esce dalle prime pagine, di nuovo piene delle solite tresche che si intrecciano nella politica nostrana, ora, sembra un buon momento per riservare alcuni paragrafi ad una lettura che, ahimè, non è ancora disponibile in traduzione italiana.

Il riassunto dell’ex ufficiale che, dopo aver fedelmente servito il Lider Máximo, avendolo accompagnato perfino in numerose occasioni anche nei luoghi più lontani ed intimi, alla richiesta di ritirarsi dalle sue funzioni, viene cinicamente “premiato” con il carcere, su diretta approvazione del più vecchio dittatore che buona parte della stampa mondiale ha voluto ambiguamente esaltare, mentre non pochi Cubani al passaggio del suo feretro gli ha riservato l’ossequio voltandogli le spalle, fatto abilmente dissimulato dalle cineprese ufficiali del regime; immagini che però non sono sfuggite  all’osservazione dei più attenti e discretamente  salvate da altri. (continua…)

IL VASO DI PANDORA

Pubblicato pure su www.pensalibero.it

Pubblicato pure su http://blog.rubbettinoeditore.it/rocco-turi/tag/tullio-pascoli/

GLADIO ROSSA di Rocco Turi (Recensione)

Misteriosi Complotti, Delitti e Verità Scottanti

Questa è la recensione di una lettura che, purtroppo, è entrata nell’acervo destinato all’ostracismo tanto caro a chi ha tutto l’interesse che certe scottanti verità vengano ignorate e dimenticate; così come nei casi di George Orwell e di Albert Camus, perché considerati traditori delle cause proletarie, non conviene parlarne, ed analogamente, anche di Rocco Turi è più utile non fare pubblicità, con compromettenti polemiche capaci di svegliare il cane che dorme: meglio far finta di ignorare e tacere. È la tattica che il libertario Frédéric Bastiat attribuiva ai collettivisti già un secolo e mezzo fa: parlare di ciò che si vede e tacere su ciò che non si vede. (continua…)

Categorie

Ultimi

Ultimi Commentari





    >>> AUTORI LIBERALI (le loro Opere)



    ADM